Nuovo Trattato generale dei pesci e dei cristiani 

di Mario Genco (Prova d’autore 2013)

pp. 160, ISBN: 8862821123, € 15,00.

Il nuovo trattato generale dei Pesci e dei Cristiani (Prova d’Autore) di Mario Genco raccoglie curiosità e leggende in una sorta di romanzo corale in cui decine di co-protagonisti raccontano storie  e a reggere le fila è l’autore, che di tanto in tanto fa capolino in questa epopea azzurra. I pesci si sa non hanno parola, ma parlano in altro modo. I pescatori sono laconici, poche parole, pesate e soppesate, e sguardi lunghi. Nelle pagine sfila un campionario unico di umanità marinara con sullo sfondo l’eterna guerra per la sopravvivenza tra pesce e pesce e tra pesci e uomini. Il mare, uno sterminato campo di battaglia che nemmeno a Natale conosce un giorno di pace, un luogo dove la bellezza si impasta con la fatica, la paura con l’eccitazione della sfida. No, il mare dei bagnanti è un’altra cosa. Qui il mare è un infinito spazio in cui collocare leggende e preghiere, con la tragedia sempre incombente. Sono tante le curiosità che scorrono in questa sorta di zibaldone. L’autore spesso ci spiazza saltando di palo in frasca, ma ci regala una miniera di curiosità e ci fa condividere intense emozioni con i protagonisti. Il mare come passione, il mare come ossessione. Quella passione ti porta a rincorrere le onde in tutto il mondo fino a Nantucket un’isola del Massachussets da cui partono le baleniere per il Pacifico, tante Pequod in rada con tanti capitani Achab che prima di avviarsi per il lungo viaggio a caccia di cetacei si fanno l’ultima bevuta sulla terraferma.

Mario Genco è stato capocronista e redattore capo dell’“Ora” e del “Giornale di Sicilia”. Collabora con la “Repubblica” Palermo.

Tra le sue pubblicazioni: Post-Scriptum (Flaccovio, 1990), Il delegato (Sellerio, 1991), Repulisti ebraico (Istituto Gramsci Siciliano, 2000).

Annunci